sabato 5 dicembre 2009

Trama e personaggi

"Semm de passacc" mi sembra un buon titolo per un diario di viaggio e di vita, con tutte le sfumature di significato che possono venire in mente.

A volte penso che sono nata nell'epoca sbagliata. Avrei voluto imbarcarmi con i veri esploratori alla scoperta di questo pianeta sconosciuto e stupirmi nell'accorgermi che è tondo, pieno di pericoli e meraviglie della natura. Dal misterioso Oriente all'Antartide, dalle Americhe all'Africa, dalle Alpi all'Himalaya, in nave, a piedi, in slitta, a dorso di cammello o d'elefante.
"I believe what the prophets said, that the oceans hold their dead. But at night when the waves are near, they whisper and I hear..." cantavano i Savatage in The Wake of Magellan.
Fantastico sui libri d'avventura e sui diari di questi personaggi che si sono spinti verso l'ignoto. Io so dove vado, più o meno, ma immaginate di essere uno di loro, sulla sua nave di legno che guarda verso l'orizzonte senza sapere cosa apparirà. Toglie il respiro. E' con questo spirito che parto, sono una sognatrice. Sarà che di cognome faccio Colombo...
Quello che poi l'uomo ha fatto a questo pianeta tondo, pieno di pericoli e meraviglie della natura, mi fa incazzare. Ma questa è un'altra storia.

Questa è l'avventura di Barbuna e TdC.
Mio papà ha cominciato a chiamarmi Barbuna quando da adolescente ero sempre fuori casa e mio fratello ha diffuso questo soprannome tra i nostri amici tanto che alcuni non ricordano come mi chiamo veramente e usano perfino il diminutivo Barbi.
TdC è Sergio el me murus. Acronimo di Terrone di Cinisello perchè, prima di tornare monzese come noi, ha vissuto in quella cittadina dove l'auto più sobria è una Punto col motore di una Ferrari rubata e ha più lampeggianti di un'ambulanza.
Siamo in fase di preparazione, si parte a fine febbraio 2010. Il programma prevede Thailandia, Cambogia, Indonesia e Australia. Trattandosi, però, di un viaggio "zaino in spalla" il progetto è solo una bozza perchè le tappe dipenderanno anche da chi e cosa incontreremo.

Dunque, fiera del mio cognome da esploratrice e delle origini barbare della mia città natale (la corona ferrea, il parco recitanto più grande d'Europa...), me ne vado in giro per il mondo a vedere se è ancora tondo, pieno di pericoli e meraviglie della natura.

2 commenti:

  1. Charlie Diego Brown28 febbraio 2010 23:09

    Sono tornato indietro nel tempo per leggervi, Barbuna e Tdc... non voglio perdermi una sola tappa di questa vostra avventura per cui, mentra ora sarete in volo, darò inizio al recupero delle puntate perse. L'inizio già mi piace ma spero che da oggi cominci il meglio... ovviamente per voi così che possiate raccontarmelo! Buona avventura Capitana Colombo e Timoniere (?)Bianco

    RispondiElimina
  2. Ciao, finalmente ho trovato un blog veramente interessante, sono una sognatrice-viaggiatrice come te ho iniziato a leggerti dall'inizio...
    un saluto
    Patty

    RispondiElimina