mercoledì 17 ottobre 2012

Nuove bestie dall'Africa e Cape Town

Ecco un nuovo album per voi con le foto al parco nazionale Chobe in Botswana e un aggiornamento sul viaggio fin qui.

Durante il volo verso Cape Town ho visto dal finestrino un grosso temporale. Era già successo mentre andavamo a Bali, ma questa volta con il buio. Era incredibile: in alto la notte stellata, poi una striscia più chiara, una scia di tramonto e sotto le nubi illuminate da lampi e saette. Che spettacolo! In città ci aspettava un vento da tornado che ha soffiato per tutta la notte, ma grazie a questo ci siamo svegliati con il sole e il cielo limpido.
Non mi dilungo sulla città in sé perché sapete che non mi interessa: carina, affacciata su un bellissimo oceano, sovrastata da una strana montagna chiamata Table Mountain perché non ha la punta, è piatta come se l'avessero segata. Il primo giorno abbiamo fatto colazione in un bar sulla spiaggia dalle parti del nostro ostello. Abbiamo chiesto un po' di informazioni su come muoverci in città, ma son stati tutti vaghi consigliandoci semplicemente di noleggiare un'auto. Usciti dal bar ci ha fermato un cliente che ci aveva sentito fare domande e ci ha offerto un passaggio in centro visto che stava andando al lavoro. Durante il tragitto John, questo simpatico signore che lavora nell'organizzazione di grandi concerti, ci ha spiegato un sacco di cose su Cape Town e dintorni. Tra l'altro ci ha detto che su Table Mountain c'è sempre una nuvola e di approfittare appena si libera per salire a guardare il panorama. I mezzi pubblici costano poco infatti ci siamo subito fatti l'abbonamento, come consigliato da John, con circa 2,30 € che ci rimborseranno quando restituiremo le tessere e 0,50 € ogni viaggio che qui son chilometri perché Cape Town è tutta sparpagliata sulla costa. Il primo giorno non c'erano nubi sulla montagna e siamo saliti con la teleferica, si vedeva fino alla fine della penisola con Capo di Buona Speranza.
Oggi abbiamo fatto il tour della penisola un po' in autobus, un po' in barca, un po' in bici e poi a piedi da Capo di Buona Speranza a Cape Point. Cose belle che ho visto e vedrete nelle foto: gli isolotti pieni di foche spazzati da un vento pazzesco, Boulders Beach la spiaggia dei pinguini, qualche struzzo, le onde gigantesche a Capo di Buona Speranza e Cape Point dove si fondono le correnti di Oceano Indiano e Atlantico con una meravigliosa pennellata di tutti i blu immaginabili del mare. Domani sarà una giornata tranquilla e abbiamo appuntamento per colazione con Mirko e Sarah, poi venerdì andremo ad incontrare... le balene!!
Per ora vi saluto, ma appena possibile vi carico altre foto perché vedo che apprezzate!

1 commento:

  1. Sergio in queste foto sembra davvero bello.by Altea...hihihi

    RispondiElimina